Milano Classica: MILANO SOTTERRANEA

Milano Sotterranea Tour

Informazioni & Prenotazioni

Sapevi che sotto il suolo su cui ci muoviamo ogni giorno ci sono numerosi resti del passato di Milano? Alcune di queste vestigia sono oggi visitabili grazie a piccoli musei ipogei o semplicemente alla realizzazione di infrastrutture come le stazioni della metropolitana, durante la quale sono venuti alla luce.

Il nostro itinerario ti porta alla scoperta di grandi capolavori dell’arte e dell’architettura milanese, per un tuffo nel passato della città.

Partiamo dalla chiesa di San Lorenzo alle Colonne, raro esempio di chiesa a pianta centrale in Occidente, nelle cui mura perimetrali si leggono ancora le tracce dell’antica costruzione paleocristiana. Di fronte alla sua facciata si ergono 16 colonne romane, di provenienza ancora incerta, che ci permettono di parlare della storia di Mediolanum, ovvero dell’antica capitale dell’Impero Romano d’Occidente. Entriamo in chiesa e dopo la spiegazione della complessa architettura, ci dirigiamo alla Cappella di Sant’Aquilino, risalente al V secolo d.C. e rimasta completamente integra, qui ammiriamo non solo la costruzione ma anche i resti di mosaico con tessere d’oro e colorate, nonché i pochi lacerti di affresco ancora visibili che ci permettono di immaginare l’opulenza e la grandiosità dell’edificio antico. Scendiamo nei sotterranei della cappella, dove è stato realizzato un piccolo passaggio, che ci aiuta a comprendere la tecnica di costruzione delle fondazioni degli edifici in epoca romana. Risaliamo ed uscendo percorriamo il perimetro esterno della chiesa, dove emerge la stratificazione delle varie fasi di costruzione e di ricostruzione dell’edificio.

Proseguiamo il nostro itinerario e ci dirigiamo in piazza Missori, per ammirare innanzitutto i resti venuti alla luce durante la realizzazione della linea 3 della metropolitana milanese, ovvero un breve tratto del Decumanus Maximus della città, segno dell’importanza del quartiere che si trovava qui anticamente, nonché una porzione ricostruita delle condutture fognarie di epoca romana.

Attraversando la piazza si stagliano davanti ai nostri occhi i resti dell’abside di una chiesa, si tratta della Chiesa di San Giovanni in Conca, distrutta in diversi momenti della storia, di cui è rimasta solo questa piccolissima porzione. Usata come una sorta di spartitraffico, ancora oggi molti milanesi non sanno che sotto nasconde una delle cripte meglio conservate di tutta la Lombardia, oltre ad un piccolo museo con resti di statue e decorazioni di varie epoche, un tesoro tutto da scoprire.

Usciti dalla Cripta di San Giovanni in Conca raggiungiamo la Piazza del Duomo. Innanzitutto entriamo nella Cattedrale per visitarne il museo ipogeo, qui troviamo i resti del Battistero di San Giovanni ad Fontes, costruito alla fine del IV secolo per volere di Ambrogio, vescovo e futuro patrono della città. Si trattava di un edificio grandioso, a base ottagonale, tutto completamente rivestito di mosaici, di cui oggi rimane il tracciato di base, con il fonte battesimale, resti di murature e qualche antica decorazione. Troviamo poi parte della muratura dell’abside dell’antica Basilica di Santa Tecla, anch’essa risalente al IV secolo, importantissimo edificio paleocristiano a 5 navate, e infine tombe, lacerti di affreschi, ed altre suppellettili che aiutano a far luce sulla complessa stratificazione architettonica dell’area.

Prima di concludere il nostro itinerario scendiamo nella stazione della metropolitana Duomo per ammirare alcune vestigia ritrovate durante la sua costruzione, fra cui parte di un interessantissimo pavimento musivo appartenuto alla Basilica di Santa Tecla.

Ti piace la storia e vorresti fare un tuffo nel passato? Prenota il nostro tour della Milano Sotteranea, e rimarrai affascinato dai tesori che nasconde la nostra città, Capitale Mondiale della Moda.

  • Durata: 3 ore
  • Punti di interesse: Museo Archeologico; Torre Quadrata; Chiesa di of San Lorenzo; Cappella di Sant’Aquilino; Battistero di San Giovanni ad Fontes